Annuncio di gara per il nuovo ponte sul Danubio, un progetto di circa 500 milioni di euro

Il ponte sul Danubio di Braila sarà il più complesso lavoro di infrastruttura degli ultimi 27 anni. Una volta finalizzata, la costruzione sarà tra i primi cinque ponti in Europa, con una apertura centrale di 1.120 metri. È quanto dichiarato in un comunicato stampa della Compagnia Nazionale di Amministrazione dell’Infrastruttura Stradale (CNAIS).

L’annuncio di gara per questa realizzazione (progettazione + esecuzione), validato il 28 aprile, è disponibile nel Sistema Elettronico di Acquisti Pubblici (SEAP).

CNAIS ha stabilito come data limite per la presentazione delle offerte l’11 agosto 2017, ore 16:00.

Il contratto sarà assegnato in base al miglior rapporto qualità-prezzo, mentre la durata totale dei lavori sarà di 114 mesi, così ripartiti: 18 mesi per la progettazione, 36 mesi per l’esecuzione dei lavori e un periodo di garanzia di almeno 60 mesi.

Il progetto d’investimento, per una lunghezza totale di 23,413 km, comprende anche la progettazione e l’esecuzione della strada principale Brăila-Jijila e della strada di connessione con la DN22, Smârdan-Măcin.

Il ponte sospeso sul Danubio è compreso nel Master Plan Generale dei Trasporti della Romania e fa parte della categoria dei progetti ITI (Investimenti Territoriali Integrati), finanziabili mediante POGI (Programma Operativo Grande Infrastruttura) 2014-2020, Asse Prioritario 2 “Sviluppo di un sistema di trasporto multimodale, di qualità, duraturo ed efficiente”.

Fonte: Ufficio ICE Bucarest