Dancila: Costruzioni, settore prioritario per i prossimi 10 anni

“Settore prioritario e di importanza nazionale per l’economia romena per i prossimi 10 anni”, in questo modo il Primo Ministro Viorica Dancila denomina il nuovo approccio politico riguardo il settore delle costruzioni.

Il Primo Ministro ha approvato di recente, a Alba Iulia, il Memorandum tra il Governo romeno e la Federazione romena dei Patronati delle Costruzioni. Questo assieme al Memorandum con le Federazioni sindacali nel settore educazione rappresentano, secondo il Primo Ministro “due accordi in due settori prioritari per la Romania – costruzioni e educazione”.

Il Premier Dancila ha affermato a proposito dell’accordo nel settore delle costruzioni “che dichiareremo questo settore prioritario e di importanza nazionale per l’economia romena per i prossimi 10 anni. Per il settore delle costruzioni, stabiliremo un salario lordo minimo mensile di 3.000 lei, elimineremo le imposte per i datori di lavoro e per i dipendenti abbiamo fissato il salario netto minimo mensile oltre l’equivalente in lei di 500 euro.

Inoltre, saranno introdotte misure aggiuntive per combattere il lavoro al nero in questo settore. Un’altra misura sarà quello di introdurre l’obbligo per l’anticipo del 30% per i contratti pubblici di lavori, a prescindere dalla fonte di finanziamento e la restituzione di esso tramite riduzioni percentuali su ogni fattura, fino alla finalizzazione del progetto. Allo stesso tempo, verrà creato un fondo di garanzia per le costruzioni con la partecipazione dello stato dell’80% e del 20% delle imprese edili. La misura è intesa a sostenere il finanziamento nel settore. (ICE Bucarest)

foto: gov.ro