IL DELTA DEL DANUBIO

Sul carattere unico del Delta del Danubio in Romania ed in Europa, sotto l’aspetto del numero e della varietà delle specie di piante e di uccelli, ma anche degli scenari ed in generale del potenziale turistico, non bisogna insistere troppo. Bisogna sapere però che la principale porta d’accesso in questo paradiso naturale è la città di Tulcea, raggiungibile in aereo (esiste l’aeroporto, www.aeroportul-tulcea.ro/) o percorrendo la strada nazionale (278 km da Bucarest). Da qui, fino alle destinazioni del Delta ci si arriva, nella maggior parte dei casi, via fiume, con varie imbarcazioni disponibili nel porto di Tulcea (www.navrom.ro). Presentiamo di seguito alcune delle innumerevoli attrattive che vale la pena visitare:

 

La foresta Letea

caiCon una superfice di 2825 ettari, la foresta Letea è situata nella parte nord del Delta, ad est del comune di C.A.Rosetti, ed è riserva naturale fin dal 1938. E’ una delle ultime zone d’Europa in cui vivono cavalli selvaggi. Una caratteristica è l’abbondanza delle piante rampicanti: la vite selvaggia, il luppolo, il viticcio e, non in ultimo, la liana Periploca graeca, conferiscono alla foresta un aspetto mediteraneo. Sono identificate oltre 2.000 speci di insetti, la vipera della sabbia, (Vipera ursinii), l’airone coda bianca (Haliaeetus albicilla) – che annidano qui, tre speci di falchi, il corvo, ecc.

Sistemazione: Casa Di Vacanza Ana, situata nella città di Sulina, dispone di 4 stanze, con arredo in stile semplice e piacevole, Tv in ogni stanza, telefono alla Reception, 1 WC con doccia per due stanze, terrazza con tv ed altri due bagni, cucina a base di pesce. tel: +4 0724.421.976, 0762.693.115; Email: pensiuneana@yahoo.com.

 

La Fortezza Romana di Halmyris

halmyrisE’ situata nel raggio dell’attuale località Murighiol, dove furono scoperte tracce di siti abitati risalenti al periodo pre-romano. Nei pressi della fortezza romana è stata identificata e studiata una necropoli getica. Le ricerche archeologiche iniziarono nel 1981 e continuano ancora oggi. Nel sistema difensivo sono incluse 15 torri e le alture di difesa. Presso la fortezza, si trova il sito civile d’epoca romana, attestato da una scritta (unica nell’impero Romano) che menziona “il Villaggio dei marinai”, difensori della flotta danubiana, Classis Flavia Moesica.

 

Sistemazione:

– Albergi galeggianti: ce ne sono due, gemelli, molto pittoreschi: Anda 1 e Anda 2, con stanze moderne e tante agevolazioni: ristorante, bar, terrazza. Albergo galeggiante Anda 1 e Anda 2 Tulcea; tel: +40745832995; www.turismdelta.ro

– Puflene Resort, Murighiol : Un complesso composto di un albergo a 4 stelle con 102 posti e di 16 ville di 5 stelle, ognuna con due stanze, bagno e cortile esterno. E’ uno dei pochi posti del Delta raggiungibile in auto (da Tulcea); www.pufleneresort.ro; tel: +40241487080, +40755141637

– Complesso Cormoran, Uzlina: Albergi con 34 camere doppie e 2 single, sale per conferenze, ristoranti, bar, terrazzo, 2 piscine, sauna, sala fitness, boutique, internet cafe, campi sportivi (tennis, pallamano, pallacanestro), ping-pong, spazio di gioco per bambini, centro di ippica e centro noleggio biciclette. www.cormoran.ro; tel: +40744.656.372, 0748.032.593

 

La Cittadella Fortezza Greco- Romana Argamum

argamumCetatea (Cittadella), la prima località sul territorio odierno della Romania, menzionata in una fonte antica (Hecataios, Periegesis), venne fondata alla metà del secolo VII a.Chr. dai greci dell’Asia Minore almeno una generazione prima della Cittadella di Istros (Histria), in una zona con tracce di abitato dall’età del bronzo e della prima età del ferro. Di fronte alla Cittadella Orgame/Argamum, a circa 2,5 km ad est, sull’isola Bisericuţa (la Chiesetta) è situata una fortificazione romano-bizantina e si ritrovano tracce di abitato risalente all’epoca greca classica ed ellenistica, ma anche all’epoca medievale precoce.

Pernottamento: Albergo Wels, Baltenii De Sus: Albergo di 4*, con 34 posti in 13 camere doppie twin, 2 camere matrimoniali, 1 doubling . Le stanze sono arredate con mobili di legno massiccio ed hanno tutte le comodità. 15 camere hanno miniterrazzo o balcone. www.wels.ro; tel : + 40 740 210 214; + 40 740 256 041.

 

Il Faro di Sulina

farulLa costruzione di questo faro venne decisa dopo la costituzione della Commissione Europea del Danubio, in base all’Atto pubblico concernente la navigazione sul Danubio, emesso il 2 novembre 1865 a Galati. Venne costruito dagli ingegneri inglesi Ch. Hartley e M. Engelhardt nel 1870. Nel periodo 1995-1997 il Faro è stato restaurato e nel 2003 passò nell’amministrazione dell’Istituto di ricerche Eco-Museali di Tulcea, venendo adibito a museo.

Pernottamento: Pensione Perla , situata nella città di Sulina, ha una capienza di 24 posti in 14 camere moderne, spaziose, dotate, ognuna, col proprio bagno, acqua calda, climatizzatori indipendenti, televisione via cavo, accesso internet. tel: +40 754 200 300; +40 722 715 254

 

 

Cimitero Marittimo- Sulina

cimitirulSituato alla porta d’uscita dalla città di Sulina, andando verso la spiaggia, è in sostanza un insieme di tre cimiteri: Cimitero cristiano, Cimitero mussulmano e Cimitero ebreo. Tra tombe appartenenti ad ufficiali e comandanti della Marina Reale Romena si trova quella di William Simpson, l’uomo di fiducia dell’ingegnere capo della Commissione Europea del Danubio. Simpson ha condotto per 13 anni i lavori di costruzione sul canale, dei pontili di sbarco e dei fari sulla diga.

Pernottamento: La pensione Marina Sulina, di 4 stelle, costruita in uno stile archittettonico con motivi connessi all’attività marittima, è ubicata sulla riva destra del braccio Sulina , al centro della città di Sulina. Ha 22 posti in 10 camere con gruppo sanitario proprio, aria condizionata, acqua calda e riscaldamento da centrale propria, minibar (frigo), tv, televisione via cavo, telefono, internet wireless. Nel ristorante si consumano piatti tradizionali a base di pesce, nonché piatti speciali della cucina internazionale. www.marinaturism.ro; tel: +40742 207 077

 

Isola Sacalin

 

sacalinE’ un’isola venutasi a creare nel Mar Nero, poco distante dalla costa romena, all’altezza del braccio Sfântu Gheorghe, del Delta del Daubio. Dapprima, l’isola Sacalin era composta di due isole più piccole: Sacalinu Mare e Sacalinu Mic, ma col passar del tempo, le due si unirono formando un ammasso unitario di terra, dalla superfice di 21.410 ettari. Qui vivono diversi uccelli, mammiferi e rettili; tra questi, la maggiore colonia mai conosciuta di pellicani crespi. Nelle acque dell’isola, si trovano pesci rari (lo storione), ma anche piante rare, ad esempio il cavolo di mare ed il canarino lacustre.

 

Sistemazione: Il Complesso Green Village è di 4 stelle, occupa una superfice di cca. 30.000 mq e conta 50 camere doppie, matrimoniali (Villa 1 – Villa 5) e 40 appartamenti (Villa A-Villa O, Villa 7, Villa 8). Tutt’intorno, uno scenario affascinante composto di una catena di laghi, con nenufari ed altre piante d’acqua, tra le quali annidano anatre selvagge, che potete guardare mentre consumate il vostro caffé sul terrazzo. http://www.greenvillage.ro