TRANSILVANIA

Regione storica, situata nella parte Nord-Ovest del paese, la Transilvania trae nome dall’espressione latina “Trans Silva”, vale a dire “La contrada al di là delle foreste”, date le fitte foreste che coprivano i monti Carpazi, che la delimitano dal resto del Reame. E’ una delle province della Romania medievale, duramente provata lungo il tempo, la culla in cui si formò il popolo romeno, ma non in ultimo, un importante centro culturale ed economico del paese ed una zona ricca di mete turistiche naturali e storiche, delle quali ve ne presentiamo alcune.

 

Il Castello di Bran

 

branIl Castello, il cui nome si ricollega alla leggenda del conte Dracula, si situa a meno di 30 km dalla città di Brasov. E’ costruito su una roccia, in un punto chiave in senso strategico. In questo momento dentro il Castello è stato allestito il museo Bran, che si estende sui 4 piani del castello. Il museo custodisce collezioni di ceramica, mobili, armi e corazze, elmi, mentre nel cortile del museo funziona un piccolo museo del villaggio, con casette tradizionali della zona del Corridoio Rucar-Bran. Nel 2006, gli eredi di diritto, l’Arciduca Dominic di Asburgo e le sue sorelle, sono rientrati in possesso del castello che ora è proprietà privata. La riapertura ufficiale per il pubblico ha avuto luogo nel 2009.

 

Sistemazione: la pensione “Conacul Boieresc” offre 12 stanze matrimoniali con bagno. L’arredamento è di legno massiccio di noce e ciliegio, che conferisce eleganza principesca. Email: conaculboieresc@yahoo.com ; Telefono: 0728.997.727 / 0728.997.726

 

 

 

La Fortezza Medioevale Sighisoara

sighisoaraLa sua costruzione inizia nel sec.XV-imo; ora fa parte del Patrimonio UNESCO. La Torre dell’orologio è alta 64 m, ed è il simbolo della città di Sighisoara: rappresenta uno dei grandi ed impressionanti monumenti della Transilvania. L’orologio della torre ha due quadranti dal diametro di 2,40 m e con un’installazione rotativa fatta di bambole di legno dipinto. Sempre a Sighisoara potete visitare la Scalinata degli Scolari, che facilita l’accesso al Liceo ed alla Chiesa del Colle, soprattutto durante l’inverno; l’edificio è il maggiore del genere in Transilvania. La maggior parte delle abitazioni della città – Fortezza, circa 160, sono ritenute monumenti storici, e hanno un’anzianità di oltre 300 anni.

 

Sistemazione: Le pensioni “San Gennaro Centro” e “San Gennaro Fortezza” dispongono di stanze con aria condizionata, TV, cavo TV, internet, acqua calda non stop e riscaldamento centrale. Tel: +40 751-179239; +40 751-179239.

 

 

Il Museo Nazionale Brukenthal

 

??????????Uno dei principali punti turistici della città di Sibiu, occupa il primo ed il secondo piano del palazzo costruito nel 1779 in stile viennese che era appartenuto al barone Samuel Brukenthal, il governatore della Transilvania ai tempi dell’Impero degli Asburgo. Il museo ha una sezione di pittura rumena e quattro di pittura dell’Europa occidentale, una di arte contemporanea, un lapidario/gipsoteca, una sezione di arti figurative, una biblioteca storica, una sezione di storia naturale, una di storia della farmacia, una di storia locale (a palazzo Altemberger) e una di armi e trofei di caccia. La sezione di arte europea è suddivisa in arte tedesca/austriaca, arte olandese/fiamminga, arte italiana e un’ultima sezione di capolavori recuperati, tra cui le 19 tele restituite nel 2007 e altre quattro recuperate nel 1998 dopo che erano state rubate. Quest’ultima sezione è stata riallestita in occasione della designazione di Sibiu a capitale europea della cultura nel 2007.

 

 

 

Il Museo ASTRA di Sibiu

 

astraLuogo ideale per la preservazione dello spirito romeno autentico, il Museo all’aperto è ubicato in un vero e proprio paradiso, nella riserva naturale “Dumbrava Sibiului”, all’estremità della città. Ha un lago ed oltre dieci kilometri di vialetti, invitanti per passeggiate diverse, compreso in carozzella, nella slitta ed anche in barca. La vegetazione lussureggiante rinfresca l’aria nel paesaggio circostante il complesso dalla superfice di 96 ettari. Oltre alle case contadine tradizionali esposte, i visitatori trovano due ristoranti, due pensioni, 4 parcheggi, numerosi luoghi di sosta, spazi destinati alle dimostrazioni pratiche per i vari mestieri contadini, ecc.

 

Sistemazione: la Pensione “Casa Romana”, situata al centro della città, a soli 5 minuti dalla stazione, ad un passo da Piazza Grande della città nei pressi dell’ospedale Polisano; è il posto adatto per le vacanze, viaggi d’affari o per brevi soggiorni. Tel: +40 740 612 270; e-mail: rezervari@casaromanasibiu.ro

 

 

 

 

Il Castello degli Huniadi – Hunedoara

 

 

corviniSito nella città di Hunedoara, è uno dei più apprezzati castelli d’Europa e viene visitato annualmente da oltre 70.000 turisti. L’impronta dei secoli che ha attraversato, è riscontrabile negli stili archittetturali che lo hanno trasformato in una lezione viva di storia dell’archittettura. Un ‘puzzle’ in cui gli elementi gotici, neo-gotici, rinascimentali e del barocco si intrecciano armonicamente. La fortificazione risale ai secoli XIV- XV, mentre uno dei famosi proprietari fù proprio Iancu di Hunedoara, il grande difensore del cristianesimo contro l’invasione ottomana. Il Castello di Iancu si estende su una superfice complessiva di 7000 metri quadrati, che include 42 sale, due terrazze e due ponti.

 

Sistemazione: Albergo “Rusca”, classificato nella categoria 3 stelle, situato al centro della città di Hunedoara, ad 1,5 km di distanza dal Castello Huniadi. Tel: +40 254 717 575, +40 254 749 255, 0784.264.375; Email: mail@hotelrusca.ro

 

Salina Turda

 

 

turdaL’antica miniera di sale, risalente ai tempi dell’occupazione romana della Dacia, è stata rinnovata totalmente, con un investimento di oltre 6 milioni di euro e restituita al circuito turistico, agli inizi del 2010. All’interno della salina sono stati costruiti diversi spazi destinati alla cultura e allo svago, tra cui un anfiteatro dalla capienza di 80 posti, per concerti ed audizioni musicali, un terreno di golf ed un campo sportivo. La salina è dotata di un ascensore moderno, che permette di ammirare una veduta panoramica sull’intero complesso. Alla miniera Teresia, i turisti possono fare una gita in barca con partenza dal pontile, appositamente costruito. La miniera Ghizela è stata trasformata in base di trattamento moderna, in cui viene assicurata assistenza di specialità ed un consultorio.

 

Sistemazione: Situato nel bel mezzo del vecchio centro, l’albergo “Palace” Turda è il luogo perfetto di pernottamento per i clienti più esigenti. Stanze in regime di 3 stelle, grandi, spaziose, bagno proprio, TV LCD, mini bar e condizionatore d’aria. Tel: +40 264 317 230; Email: hotelpalaceturda@yahoo.ro

 

 

 

La cittadella di Fagaras

 

 

fagarasLa costruzione dell’attuale complesso feudale fortificato di Fagaras, è iniziata alla fine del secolo XlV ed è continuata, con aggiunte successive, fin verso la metà del secolo XVII, al posto di un’ex fortificazione di legno, attestata archeologicamente già dal secolo XIII. Questa fortificazione, prova dell’esistenza di un sistema organizzativo politico-militare autoctono voivodale precoce nella Contrada di Fagaras, venne distrutta a seguito di un forte incendio e successivamente venne ricostruita. Residenza dei principi della Transilvania, il complesso ha definito le attuali proporzioni e forma grazie ai lavori effettuati ai tempi dei principi Balthazar Bathory (1589-1594), Gabriel Bethlen (1613-1629) e Gheorghe Rackoczi I (1631-1643).

 

Sistemazione: il Complesso “Bulevard” è ubicato al centro della città di Fagaras ed assicura le migliori condizioni di confort, nelle sue 24 stanze, ma anche nelle sale di conferenze. Tel/fax: 0268-212411, +04 0745-989484; E-mail: office@hotel-bulevard.ro; complex_bulevard@yahoo.com