Tessera sanitaria europea perduta? Ecco cosa fare per ottenere un duplicato

In base alla Legge n. 95/2006 concernente la riforma del sistema sanitario della Romania la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) conferisce ai cittadini il diritto ad accedere alle prestazioni sanitarie statali in caso di permanenza temporanea in uno degli Stati membri dell’UE.

La tessera sanitaria europea è un documento personale nel quale sono riportati i seguenti dati del titolare:

  • cognome e nome;
  • data di nascita;
  • numero di identificazione personale;
  • codice dell’Istituzione;
  • numero di identificazione della tessera;
  • scadenza della tessera;
  • sigla dello Stato che ha emesso la TEAM.

Questo tipo di carta può essere richiesto anche online. La tessera sanitaria, in ogni caso, non copre mai le spese per il rimpatrio e le cure effettuate in cliniche private.

Nonostante esista da anni, la TEAM non è ancora pienamente conosciuta nell’Unione Europea, a volte nemmeno dagli stessi operatori del settore sanitario, tanto che la Commissione ha rilevato diversi casi di rifiuto all’erogazione delle prestazioni dovute. Anche per questo motivo ha deciso di creare una “app” che fornisce informazioni sulla tessera, sui numeri di telefono di emergenza, sulle cure sanitarie coperte e i costi, sulle modalità di richiesta dei rimborsi e sulle persone da contattare in caso di smarrimento o furto della tessera.

In determinate situazioni speciali gli utenti del sistema sanitario nazionale potranno richiedere l’emissione di un duplicato della tessera sanitaria europea. I casi previsti riguardano la perdita, il furto, il deterioramento o la modifica dei dati personali. Le spese saranno a carico dell’assicurato e, secondo quanto risulta da un recente disegno di legge, la validità del duplicato non potrà essere superiore a quella della carta originale.

In particolare la Cassa Nazionale della Sanità (CNAS) ha presentato un progetto di legge in base al quale in taluni casi l’assicurato può richiedere il duplicato della tessera europea; ai fini dell’entrata in vigore e relativa applicazione il disegno di legge in questione dovrà prima essere approvato dall’Esecutivo e poi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Romania.

Le situazioni in cui l’assicurato può richiedere l’emissione del duplicato della tessera sanitaria europea per la malattia sono le seguenti:

  • smarrimento, furto, danneggiamento;
  • modifica dei dati di identificazione personale;
  • per altri giustificati motivi.

Secondo il progetto di legge in esame il duplicato della tessera sanitaria verrà emesso entro 7 giorni lavorativi dalla data in cui la richiesta è stata registrata presso il sistema informatico nazionale.

 Le spese di emissione saranno a carico del richiedente e sono le stesse che il CNAS paga al fornitore europeo per l’emissione delle carte. I costi dovranno essere comunicati alle compagnie di assicurazione sanitaria che hanno l’obbligo di pubblicarli sui relativi siti Web, unitamente al numero di conto in cui sarà possibile effettuare il versamento della tassa dovuta.

La richiesta di rilascio del duplicato della tessera sanitaria europea deve essere effettuata tramite un apposito modulo che dovrà essere compilato e firmato dal richiedente. Tale richiesta dovrà essere indirizzata alla compagnia di assicurazione sanitaria dello Stato in cui si trova l’assicurato.

 Questi di seguito riportati i documenti necessari per presentare la domanda in caso di smarrimento, furto, deterioramento della carta o per altri giustificati motivi:

  • copia del documento di identità;
  • copia del versamento della tassa per il rilascio del duplicato.

 Se invece il titolare della carta ha modificato i propri dati di identificazione personale i documenti richiesti ai fini della presentazione della domanda sono:

  • copia della carta di identità o di un altro documento che comprovi a modifica dei dati di identificazione;
  • la restituzione della tessera sanitaria originariamente rilasciata;
  • copia del versamento della tassa per il rilascio della nuova carta europea.

Le tessere sanitarie europee danneggiate o quelle i cui dati identificativi sono stati modificati saranno distrutte e, a seguito della distruzione, verrà redatto un apposito processo verbale.

 

Avv. Salvatore Romano, Studio Legale Sitran