Tessere sanitarie in scadenza, il governo pensa alla proroga

Oltre 14 milioni di cittadini romeni potrebbero rimanere senza tessere sanitarie valide poiché queste scadranno entro il 2021. Pertanto, l’Esecutivo romeno sta seriamente pensando di estendere automaticamente la relativa durata per altri 7 anni, come risulta da un apposito progetto di legge del Governo attualmente in discussione presso la Cassa Nazionale della Sanità della Romania (CNAS).

In particolare, secondo quanto riportato nel progetto di legge in esame, il periodo complessivo della validità delle tessere sanitarie nazionali emesse fino al 31 dicembre 2014 potrebbe essere esteso fino a 14 anni dalla data di rilascio, nel contesto in cui si intende evitare che il Ministero della Sanità debba ristampare, entro il 2021, oltre 14 milioni di tessere sanitarie.

Attualmente le tessere sanitarie hanno una durata di 7 anni, validità che decorre dalla data di rilascio. Di conseguenza considerato il fatto che in Romania le tessere sono state emesse dal 2013 entro il prossimo anno più di 14 milioni di assicurati rimarranno senza tessere sanitarie nazionali valide. Difatti come risulta dalla relazione allegata al disegno di legge in questione nel 2020 scadranno circa 4,2 milioni di carte mentre nel 2021 andranno a scadenza circa 10 milioni di tessere sanitarie.

Nella relazione allegata al progetto di legge viene  specificato che la proroga delle tessere sanitarie verrà effettuata automaticamente quando il titolare della rispettiva carta si recherà dal medico; in buona sostanza il sistema rileverà automaticamente la tessera scaduta e sostituirà la data di scadenza senza che il medico intervenga in alcun modo.

 “Ciò comporterà per gli anni 2020-2021, da una parte, uno sgravio per il bilancio del Ministero della Sanità delle spese relative alla stampa di un numero di circa 14.200.000 di tessere di previdenza sociale nazionali la cui validità scadrà durante questo periodo e, dall’altra parte, per il bilancio del Fondo nazionale di previdenza sociale una diminuzione dei costi concernenti la distribuzione delle tessere sanitarie”, riporta testualmente la nota di motivazione del progetto di legge.

 Le tessere sanitarie sono state introdotte nel 2013 per rendere più trasparente ed efficiente l’utilizzo dei fondi del sistema di previdenza sociale; vengono emesse dal CNAS, individualmente, per ogni persona assicurata di età superiore ai 18 anni. Inizialmente la validità delle tessere sanitarie era di 5 anni dalla data di rilascio mentre successivamente la durata è stata estesa a 7 anni.

 Ovviamente, allo stato attuale, le disposizioni del disegno di legge non vengono applicate; per poter entrare in vigore dovranno, prima, essere adottate dal Governo e, poi, pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Romania.

 

Avv. Salvatore Romano, Studio Legale Sitran